Diagnosi di anemia nel cane e nel gatto: esempio pratico

Diagnosi di anemia nel cane e nel gatto: esempio
Qualche settimana fa ho presentato in questa rubrica un percorso in quattro passi per diagnosticare e classificare l’anemia nel cane e nel gatto. In questo post invece trovate un esempio pratico dell’applicazione di questo percorso.

Peppa è un cane, cocker spaniel FI di 5 anni, presenta debolezza, apatia e pallore delle mucose. 

È stato eseguito un esame emocromocitometrico: Peppa è risultata anemica.

Risultato delle analisi Valori di riferimento
RBC 1.37 M/µL 5.3 – 8.5
Hbg 3.9 g/dl 13 – 20
Hct 10.9% 37 – 62
L’anemia consiste in una diminuzione del numero assoluto dei globuli rossi (RBC) e/o dell’emoglobina (Hb) e/o dell’ematocrito (Hct). Dai risultati dell’esame emocromocitometrico nel caso di Peppa siamo in una situazione in cui queste alterazioni si manifestano tutte e tre.

Ora, in base agli ulteriori risultati delle analisi presentati di seguito e al percorso diagnostico proposto, riuscite a classificare l’anemia di Peppa? Per aiutarvi potete tenere a portata di click il mio post su come interpretare, per ogni step, i risultati delle analisi oppure, per un confronto rapido, l’infografica riassuntiva.

Clicca sulle tendine “Scopri la risposta… “ sotto a ogni tabella per verificare se la tua interpretazione è corretta.

1. Qual è la gravità dell’anemia?

Risultato delle analisi Valori di riferimento
RBC 1.37 M/µL 5.3 – 8.5
Hbg 3.9 g/dl 13 – 20
Hct 10.9% 37 – 62

Scopri la risposta...

Scopri la risposta...

L’anemia è gravissima

2. Qual è il tipo di anemia?

Risultato delle analisi Valori di riferimento
RBC 1.37 M/µL 5.3 – 8.5
Hbg 3.9 g/dl 13 – 20
Hct 10.9% 37 – 62
MCV 87.9 fL 67 – 78
MCHC 31.5 g/dL 31 – 34

Scopri la risposta...

Scopri la risposta...

L’anemia è gravissima macrocitica normocromica

3. C’è rigenerazione?

Risultato delle analisi Valori di riferimento
RBC 1.37 M/µL 5.3 – 8.5
Hbg 3.9 g/dl 13 – 20
Hct 10.9% 37 – 62
MCV 87.9 fL 67 – 78
MCHC 31.5 g/dL 31 – 34
N° assoluto reticolociti 321600

Scopri la risposta...

Scopri la risposta...

L’anemia è gravissima macrocitica normocromica fortemente rigenerativa

4. Ci sono alterazioni morfologiche degli eritrociti?

Risultato delle analisi Valori di riferimento
RBC 1.37 M/µL 5.3 – 8.5
Hbg 3.9 g/dl 13 – 20
Hct 10.9% 37 – 62
MCV 87.9 fL 67 – 78
MCHC 31.5 g/dL 31 – 34
N° assoluto reticolociti 321600
Morfologia eritrocitaria Agglutinazione +, policromasia ++++, sferociti +++, selenociti +

Scopri la risposta...

Scopri la risposta...

L’anemia è gravissima macrocitica normocromica fortemente rigenerativa ed è caratterizzata dalla presenza di agglutinazione, policromasia, sferociti, selenociti.

Il quadro è suggestivo di anemia emolitica immunomediata

Autore: Erika Carli

Veterinario borsista, ha lavorato dal 2013 al 2016 nel Laboratorio di istopatologia – SCS3 Diagnostica specialistica, istopatologia e parassitologia dell'IZSVe, dove si è occupata di ematologia, malattie trasmesse da vettori e medicina trasfusionale. Ha conseguito la laurea e il Dottorato di ricerca in parassitologia nel 2014 presso l’Università di Padova.

2 commenti

  1. Buonasera, mi chiamo Barbara e il mio fedele cocker spaniel di 7 anni, si chiama Scooby.
    Il 28 dicembre 2016, è stato operato di calcoli alla vescica e uretra (erano circa 500 e di colore verde).
    Dopo tre settimane, sono cominciati: tremori, inappetenza, fiacca, febbre 40.5, dissenteria e vomito. Dopo un esame del sangue:
    WBC 34.3
    LYM 5.1
    MONO 3.4
    GRAN 25.8
    LYM% 15.0
    MON% 9.7
    GRA% 75.3
    HGB 5.1
    HCT 12.4
    RBC 2.03
    MCV 61.2
    MCH 25.4
    MCHC 41.5
    RDW% 21.1
    RDWa 44.0
    PLT 86
    MPV 11.6
    Diagnosi: sospetta: anemia emolitica autoimmune primaria.
    Ricoverato d’urgenza in Clinica a Novara in terapia intensiva, sabato pomeriggio.
    Ieri, lunedì, gli è stata effettuata trasfusione ematica.
    L’ematocrito, ieri era a 12, oggi a 24.
    Oggi effettuavano: agoaspirato al fegato e milza; cortisone, antibiotico; flebo perché inappetente e non beve; RX torace e addome e iniezione per eventuale morso di zecca.
    Vi scongiuro, aiutatemi a capire per poter far star meglio Scooby. Sono disperata e mi sembra non si stia facendo nulla di concreto.

    • Redazione IZSVe Pets

      Salve Eleonora,
      ci dispiace per il suo Scooby, ma le possiamo solo consigliare di affidarsi ai medici veterinari che lo stanno curando, che sicuramente sapranno consigliare la terapia e gli accorgimenti più adeguati al suo caso.
      Ricordiamo che IZSVe Pets è un portale rivolto ai medici veterinari professionisti che pubblica contenuti e ospita discussioni di carattere scientifico e clinico nell’ambito della veterinaria degli animali da compagnia.
      Per informazioni e consigli sulla cura dei propri animali domestici consigliamo sempre di rivolgersi al proprio veterinario di fiducia.

Commenta l'articolo

Il commento sarà approvato da un moderatore della Redazione prima di apparire nel sito. La tua e-mail non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

Attenzione! IZSVe Pets è un portale rivolto ai medici veterinari professionisti che pubblica contenuti e ospita discussioni di carattere scientifico e clinico nell’ambito della veterinaria degli animali da compagnia.

Se sei un cittadino e vuoi ricevere informazioni e consigli sulla cura del tuo animale domestico ti consigliamo di rivolgerti al tuo veterinario di fiducia!

La policy completa con cui viene gestito il sito è consultabile all’indirizzo: http://www.izsvepets.it/policy/