Leptospirosi, dal sospetto alla diagnosi corretta

Leptospirosi nel cane, dal sospetto alla diagnosi corretta

Nell’ultimo post della rubrica “Anticorpi & Vaccini” abbiamo visto come le alluvioni aumentino il rischio di leptospirosi. Ecco quindi un promemoria per aiutarti nella diagnosi di leptospirosi nel cane di fronte a un caso clinico sospetto.

Gli esami diagnostici

Gli esami di laboratorio necessari per la diagnosi di leptospirosi nel cane sono:

  • sierologia mediante MAT, eseguita secondo il metodo OIE, con utilizzo di ceppi vivi appartenenti a 9 diverse sierovarianti di Leptospira, considerate tra le più significative dal punto di vista epidemiologico
  • diagnosi diretta tramite isolamento in coltura
  • diagnosi diretta tramite PCR e Real Time PCR
  • diagnosi istopatologica

Tutti questi esami sono compresi nei servizi diagnostici offerti dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie. Ma tutto questo è sufficiente a darti una risposta certa? No, ed è bene saperlo in anticipo! Vediamo perché.

Risposta anticorpale

La risposta anticorpale può insorgere 10-15 giorni dopo l’infezione acuta.

Una sierologia negativa all’inizio dei sintomi non assicura l’assenza d’infezione. Bisognerà procedere, se il cane sopravvive, a un secondo prelievo per valutare la sieroconversione.

In caso di risposta positiva, in fase acuta è frequente osservare cross-reazioni anche di forte intensità verso uno o più sierovarianti non implicate nell’infezione.

Diagnosi diretta

La diagnosi diretta (colturale e istopatologica) è influenzata negativamente da:

  • acidità delle urine
  • conservazione del campione superiore alle 24 ore, soprattutto se non refrigerato
  • autolisi degli organi
  • trattamenti antibiotici pregressi/in corso
  • escrezione intermittente di Leptospira

Esiste quindi la possibilità di esiti negativi anche in presenza di malattia. La positività in PCR conferma con certezza l’infezione, ma non è in grado di identificare la sierovariante responsabile.

Cosa dice il Regolamento di Polizia Veterinaria (RPV)

Ricorda che il RPV parla di “eventuale conferma diagnostica”: questo significa che un forte sospetto clinico, anche se non confermato dal laboratorio, può essere sufficiente ad aprire un caso ufficiale.

Non aver paura di comunicare i sospetti all’ASL: le misure eventualmente applicate saranno mirate solo alla tutela del cane malato e dei suoi conviventi umani e animali. La raccolta di dati è fondamentale per la conoscenza del problema!

Quindi… uniamo le forze!

La sinergia tra anamnesi, interpretazione clinica, laboratoristica ed epidemiologica è necessaria per formulare una diagnosi corretta.

Siamo sempre a disposizione per consigliarti nel prelievo dei campioni e per aiutarti nell’interpretazione dei risultati. Quando ci invii i campioni ti chiediamo di compilare, insieme alla scheda di accompagnamento, anche il questionario epidemiologico.

scarica il questionario

Se desideri collaborare alla ricerca in corso «La Leptospirosi negli animali da compagnia e il suo impatto sulla salute animale» (RC 16/12) contattaci!

dettagli sulla ricerca

Per saperne di più, non esitare a contattarmi all’indirizzo: anatale@iszvenezie.it

Autore: Alda Natale

Veterinario dirigente, lavora nel Laboratorio di sierologia e malattie pianificate presso la SCT3 – Padova e Adria dell’IZSVe, dove si occupa di diagnosi sierologica e virologica delle malattie infettive dei mammiferi e zoonosi, attività di ricerca in ambito zoonosi e sanità animale, analisi per i piani di profilassi nazionali e regionali. Da sempre appassionata di comportamento animale, nel 2014 ha conseguito il titolo di referee in Consulente della relazione felina ed è iscritta al relativo albo SIUA.

Commenta l'articolo

Il commento sarà approvato da un moderatore della Redazione prima di apparire nel sito. La tua e-mail non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

Attenzione! IZSVe Pets è un portale rivolto ai medici veterinari professionisti che pubblica contenuti e ospita discussioni di carattere scientifico e clinico nell’ambito della veterinaria degli animali da compagnia.

Se sei un cittadino e vuoi ricevere informazioni e consigli sulla cura del tuo animale domestico ti consigliamo di rivolgerti al tuo veterinario di fiducia!

La policy completa con cui viene gestito il sito è consultabile all’indirizzo: http://www.izsvepets.it/policy/