Autore: Annalisa Stefani

Dirigente biologo, dal 2005 coordina le attività dell’U.O. Patologia clinica e ematologia – SCS3 Diagnostica specialistica, istologia e parassitologia all’IZSVe, dove si occupa di biochimica clinica ed ematologia in ambito veterinario, sia per gli animali da affezione sia per le specie di interesse zootecnico, con particolare attenzione allo studio e alla valutazione del benessere animale. Si è laureata in Scienze biologiche presso l’Università di Padova, dove nel 1998 ha conseguito il Diploma di specializzazione in biochimica e chimica clinica e nel 2005 il Dottorato in scienze epatologiche.

Gli interferenti analitici in patologia clinica

Gli interferenti analitici in patologia clinica

Cosa sono gli interferenti analitici L’interferenza analitica è l’effetto di una sostanza presente in un campione che causa la deviazione del valore misurato dal valore vero. Le più comuni interferenze nei test di patologia clinica sono date dalla presenza di: ...

Leggi tutto »

Analisi di ematologia e chimica clinica: trattamento e consegna del campione

Analisi di ematologia e chimica clinica: trattamento e consegna del campione

La qualità dei campioni ematici e urinari è  fondamentale per assicurare l’accuratezza delle analisi di ematologia e chimica clinica. In un articolo precedente abbiamo visto come scegliere il corretto anticoagulante per questo tipo di analisi. Vediamo ora invece come gestire correttamente il trattamento, la conservazione e ...

Leggi tutto »

Analisi di ematologia e chimica clinica: scelta dell’anticoagulante

Analisi di ematologia e chimica clinica: scelta dell'anticoagulante

La fase preanalitica, che va dalla raccolta, al trattamento e alla conservazione del campione, è una parte del processo diagnostico molto critica, che può influenzare in maniera significativa il successivo risultato analitico. La qualità dei prelievi ematici e urinari è ...

Leggi tutto »